Viaggio di Nozze in Polinesia

Viaggio di Nozze in Polinesia

Viaggio di Nozze Polinesia

Viaggio di Nozze in Polinesia

Le Mete del Cuore No Comment
Editoriale

Polinesia: alla scoperta di un paradiso terrestre

Cosa vi viene in mente leggendo la parola Polinesia?
Le isole della Polinesia sono sinonimo di tranquillità, pace e relax: un paradiso terrestre, con atolli incontaminati, acque trasparenti, spiagge deserte e colori indescrivibili! Una delle mete più gettonate per i viaggi di nozze.


La Polinesia è costituita da 118 isole, divise in 5 grandi arcipelaghi, che si trovano nel sud est del Pacifico tra l’Equatore e il Tropico del Capricorno:

  • Le Isole della Società, dove sono presenti alcune delle isole più importanti, quali Tahiti, con capitale Papeete, Moorea, dove è facile l’avvistamento di delfini, la famosissima Bora Bora,Tetiaroa, l’isola dove pochi mesi fa è stato inaugurando il resort di lusso, sogno di Marlon Brando.
  • Le isole Tuamotu, un luogo tranquillo e sereno, costituito da 76 isole basse o atolli, in polinesiano “motu”.
  • Le isole Marchesi, o “ la terra degli uomini”, sono isole caratterizzate da poca spiaggia e molta vegetazione.
  • Le isole Gambier, un piccolo gruppo di isole, localizzate a sud-est dell’arcipelago delle isole Tuamotu.
  • Le isole Australi, 7 isole inaccessibili quanto affascinanti. Il loro essere fuori dai circuiti convenzionali le fa sembrare ancora più misteriose.

Già dall’aereo si può godere appieno delle meraviglie di queste isole: un mare dalle mille sfumature d’azzurro, lagune con spiagge di sabbia bianca finissima, coperti da palme di cocco e alture vulcaniche a strapiombo sull’acqua: scenografia naturale per una perfetta luna di miele a contatto con le bellezze della terra.

La Polinesia è una meta molto ambita dai turisti in viaggio di nozze anche grazie all’ospitalità e alla gentilezza della popolazione locale: di fatto i polinesiani vogliono sempre lasciare un ricordo di sé ai forestieri che visitano il loro paese, regalando loro dei piccoli portafortuna.
In Polinesia non esiste un’isola uguale all’altra, e solo chi c’è già stato può capire la magia e i segreti dei vari atolli. Il nostro consiglio è quello di visitare le isole più famose e i soli atolli turistici.

Le ore di volo dall’Italia sono circa 12, ma una volta superato l’impatto iniziale del fuso orario si apre un mondo del tutto nuovo, fatto di sorrisi, ospitalità, gentilezza e cordialità della popolazione locale.

Bora Bora
Bora Bora, denominata anche “la perla del Pacifico”, è probabilmente l’isola più bella del mondo.
Vi perderete tra i colori spettacolari della sua laguna: il nostro consiglio è quello di fare un tour in piroga, che vi consentirà di scoprire come nascono i Motu, isolotti che affiorano dalle acque cristalline.
Se amate fare sport, potrete praticare snorkeling e scoprire il parco acquatico naturale: il Giardino del Corallo; se invece vi piacciono le immersioni è questa l’occasione giusta per immergervi nei fondali e ammirare pesci, coralli, mante, testuggini e squali.
Ma se non siete pronti per le immersioni subacquee, non vi scoraggiate! Provate l’Aquasafari: una passeggiata a pochi metri di profondità, dove, grazie ad un casco trasparente potrete respirare, e godere da vicino del panorama marino.

Se volete evitare la stagione delle piogge, programmate la vostra luna di miele da maggio ad ottobre.
Luglio e settembre, essendo la stagione più secca, rappresenta il periodo migliore per visitare Bora Bora.
Il nostro consiglio è quello di alloggiare al The St. Regis Bora Bora: un resort di lusso situato di fronte alla spiaggia, che vi conquisterà grazie all’ampia gamma di servizi.

Moorea

L’isola di Moorea è ricca di picchi inaccessibili immersi nel verde. Meravigliosamente selvaggia, lontana dallo stile affascinante di Bora Bora, Moorea è un isola all’insegna della natura.
Il nostro consiglio è quello di alloggiare all’InterContinental Moorea Resort & Spa. Il Resort di lusso a 5 stelle vanta due splendide spiagge di sabbia bianca e una meravigliosa laguna.
Moorea è un isola di origine vulcanica con bellissime montagne dalle forme molto particolari, la sua cima più alta è il monte Tohivea (1207 metri).
L’isola dalla forma triangolare, presenta due insenature lungo la costa settentrionale: le baie di Cook e di Opunhou. Il centro principale dell’isola è il villaggio di Afareaitu.

Il clima dell’isola di Moorea durante la stagione calda che va da novembre ad aprile è caldo e umido, con forti piogge, specialmente sulle coste esposte agli alisei, che soffiano da nord e nord-ovest.
Nei mesi più caldi le temperature medie si aggirano intorno ai 23°- 30°C. I mesi più freschi sono quelli tra giugno ed ottobre.

Le piccole Isole della Società: Tahaa e Tetiaroa
Tahaa, situata nell’arcipelago delle Isole della Società è famosa per la vaniglia e le perle nere. L’isola è ricoperta da una ricca vegetazione di palme da cocco che si affacciano sulle acque cristalline, dove abbondano coralli, ostriche e varietà infinite di pesci e molluschi come granchi, barracuda, squali, napoleoni e delfini.
Il centro dell’isola è Patio, dove si trova il villaggio più importante dell’isola.
Tahaa si pratica la pesca con il sasso, una vera e propria attrazione per i visitatori.
Mentre a Hawaiki Nui Va’a, nel mese di ottobre, si può assistere alla più famosa competizione polinesiana tra piroghe.
E se avete ancora bisogno di relax, abbandonatevi alle coccole del Taha’a Island Resort & Spa: i massaggi e i trattamenti estetici polinesiani sono un ottimo toccasana per dimenticare la vita frenetica di tutti i giorni…almeno durante il viaggio di nozze!
Presso il resort troverete regolari attività di intrattenimento dal vivo, cene tipiche a buffet ed escursioni organizzate.

Indovinate quanti abitanti ha l’atollo Tetiaroa?
Solo uno, ed è Simon Teihotu Brando, figlio dell’attore Marlon Brando proprietario dell’isola dal 1965.
L’attore visse sull’isola fino al 1990 e il suo sogno era quello di costruire un resort sull’isola, ma i costi per la realizzazione del progetto erano troppo alti e ha dovuto abbandonare i suoi sogni.
Nel 2005 l’isola è stata venduta a Richard Bailey, e a settembre 2014 è stato realizzato: The Brando Resort.
Il resort a 5 stelle ha una missione ben precisa: quella di tutelare la fauna tropicale costituita da pesci e altre forme di vita marina, infatti The Brando Resort ospita una eco-stazione per la ricerca scientifica, oltre a 50 chilometri di sabbia e natura incontaminata, circondate da un mare cristallino: un’esperienza di lusso ecologica da vivere tra natura, tradizione e alta tecnologia.

Arcipelago delle Tuamotu

Le isole Tuamotu sono la destinazione adatta per chi ama la natura e il relax: in questi villaggi è possibile fittare alcune abitazioni e vivere così in completa simbiosi con la tradizione e la popolazione locale.
L’attività principale delle isole è la coltura della perla nera e se amate praticare l’immersione non potete perdervi le meravigliose barriere coralline.
Il più grande atollo della polinesia francese è Rangiroa, che in polinesiano significa “cielo infinito”: qui l’azzurro del cielo si fonde con le mille sfumature dell’Oceano e della laguna interna, una meraviglia della natura che vi lascerà senza fiato.
Questo è anche un paradiso per i sub, oltre che per gli amanti di immersione, snorkeling, pesca e scuba diving.

L’isola Tikehau è denominata anche “isola degli uccelli” poiché è rifugio di uccelli di ogni genere che sostano presso i motu dell’atollo.
Dal punto di vista turistico l’isola è ricercata per i meravigliosi fondali marini che offrono un incantevole scenografia agli appassionati di fotografia subaquea e scuba diving: qui si possono ammirare mante, tuna e squali grigi.
Se volete trascorrere giorni indimenticabili il The Tikehau Pearl Beach Resort fa al caso vostro: il resort, grazie alla sua posizione geografica fronte mare, offre il meglio degli spettacoli della natura polinesiana. I bungalow dal tetto di paglia in perfetto stile polinesiano sono immersi in rigogliosi giardini tropicali e nel mare dall’acqua turchese.

Cucina polinesiana
La cucina polinesiana è molto fresca e profumata: secondo alcune leggende le isole polinesiane sono state create da un enorme branco di pesci pescati da un dio.
Di fatti il protagonista della cucina polinesiana è il pesce: il piatto tradizionale è la polpa di mahi mahi tagliata a cubetti, marinata nel lime e nel latte di cocco. I piatti tipici spesso vengono preparati al momento dai pescatori che accompagnano i turisti nelle escursioni sui motu.
Mentre la cucina proposta nei resort è quella internazionale di provenienza francese.
Tra i dolci  ci sono creme, budini e gelati di frutta, come il po’e, una composta di frutta raddensata servita con latte di cocco.
I polinesiani sono grandi bevitori di birra: quella locale si chiama Hinano, che si può acquistare nei supermercati.

Informazioni generali
Le lingue ufficiali della Polinesia sono: il francese e il tahitiano; ma comunque negli hotel e nei negozi si parla anche l’inglese.
Il volo da Roma o da Milano per Papeete dura circa 26 ore con uno o due scali, a seconda delle tratte scelte.
La moneta polinesiana è il Franco Polinesiano (CFP).

Scopri il tuo Viaggio di nozze in Polinesia con Le Mete del Cuore!

Lascia un commento